Cristo nascosto al mondo

postato in: Sermoni | 0

La luce splende nelle tenebre, ma le tenebre non l’hanno accolta (Gv 1,5).

Di tutti i pensieri che sorgono nella mente quando contempliamo la vita del Signore Gesù Cristo sulla terra, nessuno forse è più impressionante e avvincente di quello riguardante l’oscurità da cui fu circondato. Non mi riferi­sco alla sua oscura condizione, derivante dal suo essere umile; mi riferisco al nascondimento che lo avvolse e al se­greto sulla sua identità che egli mantenne.

La Chiesa e il mondo

postato in: Sermoni | 0

«Ora che avete conosciuto Dio, anzi da lui siete stati conosciuti, come potete rivolgervi di nuovo a quei deboli e miserabili elementi, ai quali di nuovo come un tempo volete servire?» (Gal 4,9)

È una dottrina – com’è noto – ricorrente in S. Paolo e ne­gli altri autori sacri, che il Nuovo Testamento evangelico ha sostituito la Legge giudaica con tutti i suoi ordinamenti, e che nel battesimo i credenti, sia giudei che di tutte le genti, vengono riscattati per mezzo di Gesù Cristo da ogni ele­mento del mondo, compresa la Legge giudaica, che non ha quindi più potere su di loro. Questa dottrina di S. Paolo si trova nel testo

Mistero di pietà

postato in: Pensieri di Newman, Sermoni | 0

La nascita del nostro Salvatore nella carne è il pegno e l’inizio della nostra nascita nello Spirito; E’ una figura, una promessa, una garanzia della no­stra nuova nascita e realizza ciò che promette. Con il nostro Signore Gesù siamo nati anche noi e la nostra vita scaturisce dalla sua morte. Come egli è Figlio di Dio per natura, così noi siamo figli di Dio per grazia, ed è Cristo che ci ha resi tali. Egli è il « santificatore », noi i « santificati », e abbiamo ori­gine da uno solo. Dio santifica gli angeli, ma in que­sto caso il creatore e la creatura non hanno origine da uno solo. Ma noi abbiamo col Figlio di Dio ori­gine da uno solo;

Le imprese della fede

postato in: Sermoni | 0

Queste parole dei santi Apostoli Giacomo e Giovanni furono la ri­sposta ad una domanda molto solenne a loro diretta dal Divino Mae­stro. Essi agognavano, con nobile ambizione, sebbene fossero ancora senza alcuna esperienza di altissimo sapere, all’oscuro della santissima verità, essi agognavano di sedere accanto a Lui sul Suo Trono di Glo­ria. Non sarebbero stati soddisfatti di nulla in mancanza di quel dono speciale che Egli era venuto ad assicurare ai Suoi eletti, che, poco dopo,

Lo spirito che abita in noi

postato in: Sermoni | 0

«Voi non siete sotto il dominio della carne, ma dello Spirito, dal momento che lo Spirito di Dio abita in voi» (Rm 8,9).

L’accondiscendenza della grazia di Dio verso le creature condusse il Figlio a rivelare il Padre dall’esterno e porta lo Spirito a rivelarlo in forma di comunicazione interiore. Co­me potremmo paragonare queste due differenti opere della misericordia divina, quando entrambe superano la nostra comprensione? Altro non possiamo fare che adorare in si­lenzio l’Amore infinito, che da ogni lato ci abbraccia. Il Fi­glio di Dio è chiamato Verbo o Parola in quanto,

La Croce di Cristo, la misura del mondo

postato in: Sermoni | 0

Qual’ è la vera chiave, qual è l’inter­preta­zio­ne cristiana di questo mondo? Che cosa ci forni­sce la rivelazione per valutare e giudicare questo mondo? La risposta è nell’evento di questo perio­do liturgico: la Crocifissione del Figlio di Dio.

La grazia che attira

postato in: Sermoni | 0

In due modi particolarmente la grazia divina si mani­festa nel cuore umano: ce ne parlano sia la Scrittura che la storia della Chiesa, sia nel caso di santi veri e propri, che in quello di persone avanzate nella vita spirituale. Anche fra gli apostoli

Umiltà di spirito e santità

postato in: Pensieri di Newman, Sermoni | 0

Le parole del pubblicano: « O Dio, abbi pietà di me che sono peccatore » (Lc, 18, 13) ci danno quella che potremmo chiamare la nota caratteristica della religione cristiana, la nota che la distingue dalle altre forme di culto e scuole religiose diffuse sulla terra nell’antichità e in epo­che più recenti. Si tratta di una confessione del peccato e di una implorazione di grazia.

Le attività terrestri – come fonte di santità

postato in: Pensieri di Newman, Sermoni | 0

Quando una persona è convinta della brevità della vita, dell’insufficienza di essa al conseguimento di ideali sublimi e dell’impossibilità in cui essa si trova di rivelare adeguatamente o di condurre alla perfezione il vero cristiano, quando sente profondamente che l’Assoluto è solo nell’altro mondo e che l’eternità è il solo oggetto capace di fare appello e di riempire i suoi pensieri, corre il rischio di

Il prezzo della fede

postato in: Pensieri di Newman, Sermoni | 0

« Sì, lo possiamo, gli dissero ». Così Giacomo e Giovanni rispondevano alla severa domanda del divino Mae­stro: pieni di nobile ambizione, ma non ancora illuminati da soprannaturale saggezza e ignari del significato decisivo del loro desiderio, essi desideravano di sedere al suo fianco nel Regno glorioso di lui. Di nulla meno che del privilegio degli eletti, volevano accontentarsi, del privilegio che poco dopo Gesù

1 2 3