Le attività terrestri – come fonte di santità

postato in: Pensieri di Newman, Sermoni | 0

Quando una persona è convinta della brevità della vita, dell’insufficienza di essa al conseguimento di ideali sublimi e dell’impossibilità in cui essa si trova di rivelare adeguatamente o di condurre alla perfezione il vero cristiano, quando sente profondamente che l’Assoluto è solo nell’altro mondo e che l’eternità è il solo oggetto capace di fare appello e di riempire i suoi pensieri, corre il rischio di

Il prezzo della fede

postato in: Pensieri di Newman, Sermoni | 0

« Sì, lo possiamo, gli dissero ». Così Giacomo e Giovanni rispondevano alla severa domanda del divino Mae­stro: pieni di nobile ambizione, ma non ancora illuminati da soprannaturale saggezza e ignari del significato decisivo del loro desiderio, essi desideravano di sedere al suo fianco nel Regno glorioso di lui. Di nulla meno che del privilegio degli eletti, volevano accontentarsi, del privilegio che poco dopo Gesù

Newman e Roma

postato in: Temi diversi | 0

Dr. Brigitte Maria Hoegemann FSO

Roma, già molto tempo prima che John Henry Newman imparasse a conoscerla veramente, rievocava in lui, con il suo nome, non solo immagini dei suoi tremila anni di storia, della sua ascesa e caduta, ma anche le memorie della sua incomparabile cultura sia pagana che cristiana. Fin da quando era ancora un semplice studente di Oxford, l’antica Roma era per lui un soggetto di

L’aiuto di Dio nel ricordo della vita trascorsa

postato in: Pensieri di Newman | 0

Soltanto dopo la Risurrezione, e ancor più dopo l’Ascen­sione, a Pentecoste, gli apostoli compresero chi era il loro Maestro. Non durante la vita terrena del Signore com­presero, ma quando tutto già era finito. In questo fatto, io penso, possiamo scoprire la traccia di una legge gene­rale che più e più volte trova

1 2 3 4 5 6 7 8 257